Dico no alla festa di S.Valentino

Passeggiando e guardando i negozi non posso non notare che dal clima natalizio con neve e piccole renne che riempiono le vetrine si è passati a cuori e frasi d’amore tra tazze e piatti e tra pigiami e calze.

Ebbene sì, riprendo coscienza e mi ricordo che si avvicina il fatidico giorno degli innamorati, il 14 Febbraio.

Voglio dire, io non son una di quelle invidiose dell’amore, sono innamorata e mi sento assolutamente ricambiata, inoltre vi assicuro che piango davanti anche alla commedia d’amore con il finale più scontato che ci sia. Quindi non ne faccio un fatto personale ma non riesco a capire tutto questo entusiasmo di esprimere in un giorno ben preciso i proprio sentimenti. Gli altri giorni dell’anno che cosa fate? :-)

Ma quello che più non riesco a comprendere sono i regali.

Come si ppssono regalare cuscini a forma di cuore o ad orsetto che abbraccia un cuore? Li posso concedere se si ha meno di 14 anni.

Vogliamo poi parlare dei terribili completini intimi sexy con cuori per lei e boxer con fantasie a dir poco inguardabili per lui. Sono improponibili e assolutamente anti-moda.

Ma ancora, cena con tovaglia rossa e petali di rosa, riso con le rose, torta a cuore, cioccolatini con la frase d’amore… Non ce la posso fare.

E poi, spiegatemi una cosa, che gusto c’è ad uscire a cena per fersteggiare il proprio amore, sperando di ricevere un anello nel giorno più ovvio che esista? Oltretutto in un ristorante dove i tavoli sono stati raddoppiati per ricevere il doppio dei clienti e dove è stato aumentato del 50% il costo del menù.

Ma c’è una cosa che invece adoro, le reazioni ai regali. Gente che si arrabbia con il proprio compagno perchè il regalo ricevuto non è quello desiderato, perchè non è possibile che a S. Valentino non sia arrivato l’anello con tanto di dichiarazione con faccia da pesce imbarazzato davanti ad altre 50 coppie nella stessa situazione.

Sono una grandissima romantica e apprezzo tantissimo lo sforzo che ci si mette per organizzare la serata perfetta per il 14 Febbraio ma tutto ciò è fuori dal mio raggio di comprensione, voi che ne pensate? Sono curiosissima di sapere come vivete questo giorno tanto atteso.

A presto, C.

 

 

8 thoughts on “Dico no alla festa di S.Valentino

  1. Ah, con me sfondi una porta aperta!
    Sono sposata da 6 anni con un uomo pragmatico al quale non mi sognerei mai di regalare una, passami il termine, cazzatina sanvalentinese. Nè i cioccolatini, che non ama.
    Di solito ci regaliamo qualcosa che sappiamo piace o desidera l’altro.
    A me personalmente piacciono i fiori, anche un singolo fiore, perchè significano “Ti amo e lo sai”.
    Quindi non sono una fanatica dei regali di San Valentino, però un uomo che lascia passare la festa senza farne minimamente cenno, senza un pensiero per la sua donna…..mette tanta tristezza.
    Piccola nota: mia madre compie gli anni a San Valentino, quindi a casa non sono mai mancati fiori freschi e la torta, è sempre stata una giornata di festa, con o senza innamorato e questo è un sollievo!

  2. Capisco cosa intendi Sandra, mi piace il tuo punto di vista. Io vivo ogni santo giorno condividendo pensieri che ci dimostrano quanto ci amiamo, per questo io non capisco perchè proprio in quel giorno diventa più importante, lo è tanto quanto in qualsiasi altro giorno dell’anno. Baci!

  3. D’altra parte però mi risulta tu voglia sposarti. Suppongo tu intenda dare al matrimonio un significato simbolico molto più che economico, quindi, in effetti, decidi un giorno (e, come dici tu, “tutto il resto dell’anno?”) in cui decidi di dichiarare all’altro il tuo amore. In realtà, uscendo dalle facili osservazioni sugli orsetti (che ovviamente condivido), S.Valentino è un modo come un altro di ritagliarsi un momento per sè ; ci sono coppie che sono già brave a farlo comunque, e altre che ogni tanto sfruttano una spintarella “istituzionale”. Ricevere attenzioni, andare a cena, fare qualcosa di speciale, o anche semplicemente stare insieme, non è sicuramente vincolato al 14 febbraio, ma non vedo come questo venga svilito dal fatto che vi sia un giorno dedicato e condiviso da diversi innamorati contemporaneamente.

    • Il matrimonio condivido pienamente che sia un giorno dedicato al consumismo esattamente come S.Valentino ma purtroppo per essere una “famiglia” sia per la chiesa che per lo stato il giorno del matrimonio è necessario e lo considero leggermente più importante. A mio parere per condividere amore, tempo, regali e pensieri verso chi si ama non serve un giorno prestabilito, questo è il mio punto di vista perchè io lo faccio ogni giorno quando la cena al ristorante me la godo un’altra sera senza ostentare che sono fidanzata. Mi fa comunque riflettere scoprire anche un pensiero, come il tuo, diverso dal mio!

  4. Condivido.. e trovo che il post sia incisivo al punto giusto per far ragionare un po’ sul consumismo che gira attorno alle feste “comandate” … come sai le idee ovvie e scontate non stanno di casa nel mio Salotto quindi ben detto e ben fatto!!! Via ai festeggiamenti ogni giorno dell’anno, altrimenti che amore è?! kisses

  5. 100% d’accordo con te. E poi vuoi mettere fare un ble regalo (non per forza una cosa comprata per altro!) un giorno X quando lui/lei meno se l’aspetta? La gioia è doppia, sia per chi lo riceve che per chi lo fa, e non s’incorre in orrende tazze con improbabili cupido fluorescenti.
    E’ evidentemente solo una festa commerciale, studiata per far spedere soldi agli accoppiati e far sentire male i single. L’abolirei subito.

  6. No ma ragazze forse io mi sono spiegata male! Sono d’accordo con voi! Inanzitutto è ovvio che il matrimonio sia più importante (ci mancherebbe!), ma dico solo che come valenza simbolica non mi fa cosi specie san valentino come giornata! Detto questo io ieri ho comprato un regalo inaspettato al mio fidanzato, e la settimana scorsa siamo andati a cena, è stata una serata stupenda in un giorno qualsiasi.

    Sono assolutamente convinta anch’io che il proprio sentimento vada consumato giorno per giorno,e per adesso (e spero per sempre!) anch’io mi dico felice (e davvero tanto) senza bisogno di essere ostentata come fidanzata! ANZI.

    Io peraltro non sono una fanatica nè di S.V. (l’unica cosa che ricordo di aver fatto è andare con te, Ketty, alla Sagra ;) ) nè tantomeno dei gadget annessi! Era solo per dire la mia, e non schierarmi cosi contro ad una cosa che ad altri può andare bene in maniera non leziosa ma a loro modo spontanea!

    Baci a tutte!

    • Ecco, direi che ora ho capito molto meglio il tuo punto di vista!!Ovviamente questo post era MOLTO provocatorio anche per vedere cosa dice chi la pensa diversamente da me, quindi direi che ha funzionato ;-) . Detto questo, io non giudico nessuno anzi se quelle coppie che apprezzano questo giorno e riescono a condividere qualcosina in più di altri giorni ricevono un qualcosa di positivo da tutto questo ben venga, ognuno è libero di esprimere come e quando vuole il proprio amore! Devo però ammettere che la sagra era un evento al quale non potevamo mancare e se non fosse stato per S.Valentino che la saremmo persa!! Baci

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>