Abito da sposa cercasi…

Queste venerdì al Salotto si inizia con tre domande provocatorie….

1. Avete mai controllato o chiesto dove è stato prodotto l’abito che state indossando e in che materiali è realizzato?

2. I grandi nomi della moda sposa internazionale che troviamo sulle riviste per le future spose, meritano davvero di essere così ambiti?

3. L’abito da sposa che verrà indossato un solo giorno, anzi circa 14 ore vale tutti i risparmi di nonna, mamma e zia?

abito Galvan Sposa

Solitamente è la nostra personal shopper Caterina che scrive il post in merito allo shopping, ma per certi aspetti l’argomento “abito da sposa” si lega più a me, alla wedding planner. Anzi forse sarebbe più giusto dire che il discorso è legato soprattutto al buon senso delle future spose. Buon senso che sappiamo benissimo, a volte, davanti all’abito tanto sognato, sparisce…e qui subentra la wedding planner.

Attenzione non voglio assolutamente dire che l’abito da sposa sia un acquisto da sottovalutare o sul quale andare a risparmiare!!!

Come avete intuito in questo post vi accompagnerò non nella scelta del modello, bensì all’acquisto del vostro abito da sposa con l’occhio di una wedding planner che è stata anche una sposa! Toccherò subito un tasto che spesso non mi rende simpatica ad alcuni atelier di abiti da sposa, ma che in virtù della professione di wedding planner che svolgo da quasi cinque anni mi obbliga ad essere molto sincera con le mie spose, perchè il mio lavoro è a loro favore…

Per me l’abito da sposa  deve assolutamente essere creato su misura. Indipendentemente che sia una stilista a disegnarlo ex-novo su carta o un atelier a farvelo provare da campionatura, ciò che conta è che il vostro abito da sposa, quello che indosserete il grande giorno, non sia lo stesso dell’esposizione in negozio. Ciò che voi provate deve essere solo un campione, vi devono prendere le misure, realizzarne uno nuovo e lasciarvi fare le modifiche se necessarie a personalizzarlo…. ripeto tutto in funzione della realizzazione di un nuovo abito, mai indossato da nessun altra ragazza per prova in atelier… Voi dovete avere il vostro abito da sposa! Non per tutti, ma di sicuro per me e per le mie spose questo è un dettaglio non trascurabile!

….se poi siete amanti della bellezza, storia e cultura che il nostra bel paese è stato capace per secoli di tramandare e portare anche all’estero, perchè dovreste comprare qualcosa che NON è Made in Italy? Ovvio senza nulla togliere ai grandi stilisti internazionali, un Made in Italy per resta il top. Informatevi dei materiali con cui è stato realizzato, della provenienza e della storia dell’azienda o stilista che l’ha disegnato. Acquistare un abito da sposa non è come andare al mercato a scegliere un maglioncino per le ore d’ufficio… Quell’abito, anche se lo indosserete un solo giorno, sarà poi per anni nel vostro armadio a ricordo di un giorno speciale, quindi merita tutta l’attenzione del caso.

Per darvi anche qualche prezzo, per me tra € 1600 e € 4500, avete fatto la giusta spesa. Se non avete un budget che supera i 1600€ però non cadete nella trappola dell’abito made in China. Andate comunque in un atelier di qualità e chiedete se hanno una linea economica o meglio ancora se è possibile acquistare un abito della collezione precedente ad un prezzo di favore. Non rinunciate mai alla qualità in favore del prezzo, mi raccomando! Non fatevi neppure illudere da un prezzo eccessivo, spesso alcuni marchi, proprio per la loro fama, costano di più perchè la pubblicità che fanno va ad incidere sul cliente finale…

article writing service

Scegliete con cura anche gli atelier da visitare, evitate di andare in un qualsiasi negozio di abiti da sposa, soprattutto evitate quelli dove gli abiti sono lì tutti ammassati e state bene attente che nell’atelier che scegliete vi diano la possibilità di provare l’abito senza pagare nulla e di provare i modelli che volete, senza imposizioni, ve lo segnalo perchè a volte capitano anche queste assurdità… ma secondo voi perchè alcuni atelier non lasciano provare molti abiti, a meno che non confermiate prima proprio quell’atelier per il vostro acquisto? Semplicissimo perchè quell’atelier vi vederà l’abito che state per provare, non uno nuovo, realizzato su misura per voi!…

Un segreto per individuare la qualità di un abito è la sua comodità, come ve lo sentite addosso? è pesante? vi rende difficili i movimenti? vi sentite impacciate nel camminare? allora non è l’abito giusto e molto probabilmente non è stato neppure realizzato con cura ed attenzione nella scelta delle stoffe… Quando accompagno le mie spose alla prima prova abiti mi piace sentirle esclamare: “com’è comodo, potrei uscire vestita così subito!”  questo è ciò che conta, l’abito deve parlare di voi, intonarsi al vostro stile e soddisfare le vostre aspettative.

Se non sapete a chi rivolgervi per un acquisto sicuro chiedete consiglio alla wedding planner. Forte dei propri contatti saprà darvi sempre l’indicazione giusta! E ricordate al Salotto la consulenza per l’abito da sposa non si paga mai… Prendete anche in considerazione di farvi fare un progetto dalla wedding planner sullo stile di tutti i dettagli del vostro matrimonio, ne resterete sorpresi. Come è stato spiegato domenica 10 Novembre al primo dei cinque incontri del Luxury Travel & Wedding Experience, ogni abito, ha la sua ambientazione, il suo bouquet, la sua acconciatura, tutto rigorosamente coordinato alla location e ai vostri gusti. Questo è il mio lavoro, informarvi prima di vendere un servizio, perchè ogni sposa possa concedersi il LUSSO di saper scegliere ed acquistare…

Tranquille non mi sono dimenticata delle emozioni, semplicemente quelle le vivremo insieme alla prova abito!

Vi aspetto in studio, a prestissimo, Alessandra

 

Fonte foto Una Marmellata di Foto 

Foto Copertina Studio Rainbow

Abiti Galvan Sposa

 

 

Comments are closed.